Tutor Online: formazione, ricerca e condivisione

TUTOR E VIDEOCONFERENZA


Una mia recente esperienza di videoconferenza con l’ausilio di Wimba Classroom Software mi ha indotto a riflettere sulle conseguenze che questo format particolare può avere sul compito che il tutor è chiamato a svolgere. Quelle che seguono sono quindi riflessioni che spero siano utili a tutti coloro i quali si confrontano con questo strumento di trasmissione dei contenuti nell’ambito della formazione a distanza.
Vorrei iniziare con una breve descrizione di Wimba Classroom Software e delle sue potenzialità dal punto di vista pedagogico. Si tratta di uno strumento per la comunicazione on line che promuove la comunicazione, la cooperazione e l’interattività, soprattutto nella formazione a distanza. Le diverse componenti di Wimba consentono ai formatori di integrare facilmente le dimensioni audio e video nell’e-learning sia in modalità sincrona che in modalità asincrona. È un ambiente di apprendimento virtuale in tempo reale dotato di caratteristiche quali applicazioni audio/video, la possibilità di condividere applicazioni e di visualizzare contenuti, l’utilizzo di lavagne interattive e chat testuali, e così via. Permette pertanto di servirsi di una classe virtuale per veicolare lezioni in tempo reale, tenere riunioni e organizzare varie attività di insegnamento/apprendimento nell’ambito di tutorati online o progetti di gruppo.
Tra le varie applicazioni di Wimba Classroom Software all’ambiente scolastico e accademico, si possono individuare le seguenti:

q Tenere e veicolare lezioni dal vivo o registrate oltre a sessioni interattive alle quali si può accedere in modalità sia sincrona che asincrona promuovendo così l’apprendimento a distanza;
q Permettere a formatori esterni di presentare una lezione virtuale in modo agile e senza gli inconvenienti degli spostamenti e dei costi che comportano le lezioni dal vivo;
q Insegnare e apprendere le lingue straniere in modo snello e creativo, grazie alla componente audio/video e la modalità di comunicazione asincrona. Le applicazioni di Wimba si prestano anche a sessioni individuali di tutorato o di conversazione in lingua straniera;
q Spiegare in tempo reale come si usa una particolare applicazione di un software. La spiegazione può essere poi registrata e archiviata, in modo da essere nuovamente consultabile da parte degli studenti;
q Migliorare la comunicazione tra docenti, tutor, amministratori e corsisti;
q Facilitare la cooperazione online. Grazie a Wimba, infatti, gli studenti possono organizzare riunioni di gruppo e proseguire le discussioni anche al di fuori delle lezioni istituzionali.
Come si può evincere dalla precedente descrizione, alcune delle caratteristiche di Wimba Classroom Software sono davvero entusiasmanti, tanto che viene subito la voglia di sperimentarlo; tuttavia, prima di farlo occorre che il tutor prenda dimestichezza con l’ambiente di insegnamento/apprendimento per conoscerne a fondo le potenzialità per la didattica. Indubbiamente sarà necessario apportare dei cambiamenti alla didattica tradizionale, quella cioè basata sulla condivisione, da parte degli studenti e dei formatori, delle stesse coordinate spazio-temporali dell’evento comunicativo della lezione. In particolare, il formatore dovrà tenere conto di una visibilità e di una presenza minore rispetto a quelle assicurate da un’interazione dal vivo, e dovrà quindi saper trovare i mezzi adeguati per tenere sotto controllo le reazioni dei suoi interlocutori, per rendere coinvolgente e stimolante la lezione e infine per trasmettere i contenuti del suo intervento in una modalità diversa da quella cartacea. L’abilità a comunicare a distanza utilizzando il format della videoconferenza non è sicuramente posseduta da tutti, e le nuove prospettive che si profilano all’orizzonte nell’ambito dell’e-learning costituiscono senza dubbio una sfida per molti formatori abituati a metodi più tradizionali, ma la volontà di mettersi in gioco continuamente e di promuovere le dinamiche di insegnamento/apprendimento sotto tutte le forme, soprattutto quelle rese possibili dalle tecnologie moderne, consentiranno al tutor on line di svolgere il suo ruolo in modo altamente motivante, professionale ed efficiente. In altre parole, si tratta di compiere forse un piccolo sacrificio per ottenere indubbiamente dei grandi risultati.

Annunci

aprile 30, 2010 - Posted by | Uncategorized | ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: