Tutor Online: formazione, ricerca e condivisione

Pensiero computazionale per la formazione degli insegnanti


Il pensiero computazionale è un processo mentale per la risoluzione di problemi: è costituito dalla combinazione di metodi caratteristici (analisi, astrazione, automazione, algoritmo) e di strumenti intellettuali (gestione di complessità, ambiguità, incompletezza, comunicazione e lavoro di gruppo).

Tale processo può essere utilizzato sia come strategia didattica rivolta ai discenti e sia come programma di formazione dei docenti.

In sintesi può essere rappresentato con “Le Tre A”:

  1. Algoritmo: uso di una sequenza di passi per risolvere un problema;
  2. Astrazione: riduzione di un problema alla sua essenza;
  3. Automazione: uso di strumenti per implementare la soluzione di un problema.

Il seguente video di Association for Computing Machinery (ACM) mostra il lavoro svolto dal Dr. Aman Yadav del College of Education presso la Michigan State University.

aprile 5, 2017 Posted by | modelli didattici, strategie didattiche, strumenti didattici, video | , | Lascia un commento

Google Apps For Education: soluzione gratuita per le scuole


G Suite for Education offre le funzioni di G Suite Business gratuitamente agli istituti non profit di istruzione primaria, secondaria e superiore.

Una volta inviata la richiesta, Google verificherà il dominio, valuterà l’idoneità dell’istituzione formativa e contatterà via email per comunicare lo stato della candidatura (entro una o due settimane).

Ricevuta l’email di accettazione di G Suite for Education, si potranno aggiungere utenti al dominio, configurare applicazioni e accedere a funzioni avanzate come la migrazione della posta.

Maggiori informazioni nel seguente video:

marzo 11, 2017 Posted by | strategie didattiche, video | , , | Lascia un commento

Creazione di test automatizzati con Edueto


Con la piattaforma gratuita Edueto è possibile creare originali esercizi online.
E’ possibile scegliere tra vari template grafici ed ottenere:

  • valutazione automatica;
  • memorizzazione dei risultati;
  • monitoraggio del progresso di completamento del gruppo classe;
  • analisi statistica dei risultati;
  • visione delle risposte corrette o errate degli studenti;
  • accesso ai risultati individuali garantito anche a studenti e/o genitori.

Maggiori informazioni nel seguente video:

gennaio 24, 2017 Posted by | strumenti didattici, video | , , | Lascia un commento

Didattica digitale inclusiva: esempio di MeBook Young


Le tecnologie digitali costituiscono veri e propri strumenti compensativi per quanto riguarda le tematiche D.S.A. (Disturbi Specifici dell’Apprendimento), B.E.S. (Bisogni Educativi Speciali), oltre a tutte le disabilità psicofisiche, specialmente quelle visive.

MeBook Young ad esempio consente di:

  • Leggere online e offline;
  • Condividere note e appunti con la classe virtuale;
  • Sincronizzare automaticamente le personalizzazioni su tutti i dispositivi fissi e mobili coinvolti;
  • Favorire la didattica inclusiva grazie ad una sezione accessibile del testo.

Come strumenti compensativi è possibile utilizzare:

  • Studio con audio integrato;
  • Ingrandimento del carattere;
  • Modifica della spaziatura e dell’interlinea del testo;
  • Modifica del colore dello sfondo;
  • Uso di font ad alta leggibilità;
  • Testo accessibile corredato da immagini, grafica e tabelle.

Maggiori informazioni nel seguente video:

settembre 28, 2016 Posted by | applicazioni, strumenti didattici, video | , , , , | Lascia un commento

Blippar e blended learning


Blippar è un’applicazione visiva che utilizza la realtà aumentata e l’apprendimento automatico facendo interagire i dispositivi mobili e le tecnologie indossabili con l’ambiente.
Grazie alla fotocamera degli smartphone il sistema è in grado di analizzare le caratteristiche di oggetti, animali e piante e fornire suggerimenti e informazioni: offre enormi potenzialità in termini di blended learning, associando ad esempio la strumentazione di laboratorio a materiale digitale e/o tutorial on line.
Maggiori informazioni nel seguente video e nel sito ufficiale https://blippar.com/en/:

agosto 19, 2016 Posted by | applicazioni, apprendimento, strategie didattiche, video | , , | 3 commenti

Imparare il coding con Google Project Bloks


Google Project Bloks è un progetto di ricerca il cui scopo è introdurre i bambini alla programmazione.
Grazie ad esperienze collaborative e ludiche è possibile potenziare le abilità di problem solving e di pensiero computazionale.
Maggiori informazioni nel seguente video e nel sito ufficiale https://projectbloks.withgoogle.com/:

luglio 31, 2016 Posted by | progetti, strategie didattiche, strumenti didattici, video | | Lascia un commento

Minecraft – Education Edition


Minecraft – Education Edition è una versione educativa di Minecraft progettata per l’uso collaborativo in aula.
Gli sviluppatori sono Mojang AB e Microsoft Studios.
Tra le funzionalità previste:

  • collaborazione tra studenti e insegnanti nella progettazione dei percorsi;
  • possibilità di importazione ed esportazione di moduli;
  • individualizzazione dei percorsi per gli studenti e monitoraggio delle loro attività;
  • creazione del portfolio, in cui lo studente documenta i progetti realizzati;
  • possibilità multi-player fino a 30 studenti per attività collaborative.

Alcuni moduli didattici dimostrativi sono già disponibili (per le discipline “storia” e “arti visive”).

Maggiori informazioni sul sito ufficiale http://education.minecraft.net/ e nel seguente video:

giugno 27, 2016 Posted by | modelli didattici, strategie didattiche, strumenti didattici, video | | Lascia un commento

Movimento “Avanguardie educative”


Il movimento “Avanguardie educative” si pone come obiettivo l’innovazione della scuola.

Il manifesto indica sette orizzonti per:

  1. Trasformare il modello trasmissivo della scuola;
  2. Sfruttare le opportunità offerte dalle ICT e dai linguaggi digitali per supportare nuovi modi di insegnare, apprendere e valutare;
  3. Creare nuovi spazi per l’apprendimento;
  4. Riorganizzare il tempo del fare scuola;
  5. Riconnettere i saperi della scuola ed i saperi della società della conoscenza;
  6. Investire sul “capitale umano” ripensando i rapporti;
  7. Promuovere l’innovazione perché sia sostenibile e trasferibile.

Maggiori informazioni sul sito ufficiale:

avanguardieeducative.indire.it

maggio 11, 2016 Posted by | comunità, video | , | Lascia un commento

Conferenza a Cagliari “Learning Digital: which issues from education 2.0?” il 2 e 3 luglio 2015


Per l’Indire interverranno i ricercatori Lorenzo Guasti, Andrea Benassi e Giovanni Nulli con il progetto “Costruire Giocattoli con le Stampanti 3D“, e la ricercatrice Annalisa Buffardi per la tematica “Approcci teorici per lo studio delle TIC nell’insegnamento“.

Maggiori informazioni sul sito ufficiale dell’Indire: http://www.indire.it/alert/content/index.php?action=read_article&articleid=2387

Ecco inoltre un video del tool Doodle3D, per sperimentare l’uso delle stampanti 3D.

giugno 26, 2015 Posted by | convegni, modelli didattici, seminari, video | , | Lascia un commento

Progetto europeo “Scientix”


Scientix promuove e sostiene una cooperazione a livello europeo tra i docenti delle discipline scientifiche (STEM – science, technology, engineering and maths), i ricercatori nel campo dell’educazione e le istituzioni governative.

Durante la prima fase è nato un portale per raccogliere e presentare progetti didattici europei e per condividere il materiale realizzato durante workshop didattici.

L’obiettivo della seconda fase è promuovere la diffusione della cultura scientifica attraverso scuole in rete a livello europeo.

Maggiori informazioni nel sito ufficiale http://www.scientix.eu e nel seguente video:

maggio 16, 2015 Posted by | comunità, modelli didattici, video | | Lascia un commento