Tutor Online: formazione, ricerca e condivisione

I social network nell’educazione


Il testo  “I social network nell’educazione. Basi teoriche, modelli applicativi e linee guida“, scritto da Maria Ranieri e Stefania Manca, si rivolge a studenti, insegnanti, formatori e policy makers. Si affronta il tema sotto diverse dimensioni: l’aspetto teorico riguardante l’educazione ai nuovi media di cui i social network rappresentano uno delle espressioni più attuali e l’aspetto applicativo  dell’apprendimento e della formazione con tale medium.
E’ possibile visionare un estratto del testo nel sito ufficiale della casa editrice Erickson. Il libro si compone anche di due appendici, una sezione dedicata alle “schede di buone pratiche” e un’altra dedicata alle “Schede tecniche”.

Vai alla scheda del libro.

novembre 2, 2013 Posted by | libri | , , , , | 1 commento

Form@re Vol. 13 n. 1: I Social Network nello sviluppo professionale


F13_!

E’ appena uscito il nuovo numero dell’ open journal per la formazione in rete “Form@re”. Il numero è dedicato ai social network nello sviluppo professionale ed è curato da Stefania Manca (ITD-CNR di Genova) e Maria Ranieri (Università degli Studi di Firenze). L’editoriale mette bene in evidenza il background teorico di riferimento sottolineando il valore delle recenti pubblicazioni nel settore.  Per visionare i diversi i contributi  si segnala la pagina del sito ufficiale della rivista: Form@re, Vol. 13 n. 1.

marzo 29, 2013 Posted by | riviste | , , , | Lascia un commento

Studeous: social network privato per docenti/studenti


A luglio 2012 è stato lanciato Studeous, un ambiente appositamente progettato per l’ambito didattico. L’ambiente prevede  due tipologie di registrazione, una gratuita e una a pagamento in cui vengono assicurate opzioni di storage maggiori per file da caricare  e la possibilità di accogliere un numero illimitato di classi.

L’ambiente sembra avere  le potenzialità di un vero e proprio social network con il vantaggio di avvalersi di un ambiente sicuro, privato in cui anche i genitori possono registrarsi.

ottobre 29, 2012 Posted by | strumenti didattici | , | Lascia un commento

NEST: Network of Staff and Teachers In Childcare Services


Il 15 dicembre 2011 ha avuto luogo il kick off meeting del progetto europeo NEST “Network of Staff and Teachers In Childcare Services” inaugurando la programmazione delle future attività che si svilupperanno nell’arco di tre anni.
NEST è un progetto che nasce nell’ambito del programma Lifelong Learning (sub programme Comenius) e che raccoglie una partnership molto ricca composta da università, istituti di ricerca, organizzazioni internazionali e associazioni operanti nel settore della Early Child Education and Care:

  • l’istituto di ricerca The Innovation in Learning Institute (FIM NewLearning, DE): coordinatore del progetto;
  • l’ Università degli Studi di Macetata (IT);
  • The Budapest University of Technology and Economics (HU);
  • gli istituti di ricerca SCIENTER CID (ES); Amitié (IT), IPAK (SI);
  • il National Centre for Professional Development in Education, Educode (FI);
  • il centro Militos Emerging Technologies & Services (GR);
  • le associazioni The World Association of Early Childhood Educators (AMEI-WAECE-, ES); EDEN (UK).

L’obiettivo del progetto è creare un network, un’opportunità di contatto tra i diversi operatori coinvolti nell’educazione dell’infanzia, in particolare il programma è focalizzato sugli educatori del Nido e sulla possibilità di consentire loro di confrontarsi con ricercatori ed esperti nel campo in ambito europeo. La mission del progetto è creare una database di risorse e best practices anche rispetto alla formazione degli operatori.

Il network avrà un sito web e un ambiente di socializzazione in cui diversi gruppi nazionali potranno discutere e confrontarsi. Invitiamo tutti coloro che fossero interessati a partecipare a contattare la coordinatrice del gruppo italiano: Laura Fedeli (e-mail: laura.fedeli@unimc.it).

febbraio 27, 2012 Posted by | progetti, ricerca | , , , | Lascia un commento

The Google+ project faciliterà la negoziazione nell’e-learning?


Il social network di Google sta arrivando e forse offrirà interessanti spunti di riflessione nell’e-learning.

Tra le sue funzionalità alcune potrebbero essere molto utili per l’interazione on line tra compagni di corso:

  • cerchie: per supportare il brainstorming, la negoziazione e l’organizzazione precedenti alle fasi di role playing/simulazione di attività (in funzione del gruppo di appartenenza)
  • spunti: per facilitare la condivisione di materiale didattico on line relativo ad argomenti specifici
  • videoritrovi/huddle: per potenziare l’utilizzo di strumenti di comunicazione sincrona

Il seguente video mostra un’anteprima:

luglio 4, 2011 Posted by | strategie didattiche, strumenti didattici, Tool, tutor online | , | 1 commento

“Noi, L’Aquila” : Google supporta la creazione di un social network per ricordare e ispirare il futuro della città


Il progetto “Noi, L’Aquila” presentato e organizzato da Google con la collaborazione della Città dell’Aquila, dell’Università degli Studi dell’Aquila e dell’architetto Barnaby Gunning ha l’obiettivo di creare un social network che possa contribuire al ricordo della città attraverso la descrizione dei suoi luoghi (piazze, strade, chiese, siti culturali etc.) in una mappa interattiva in cui le testimonianze personali di coloro che hanno vissuto la città rivestono un ruolo prioritario. Google mette a disposizione il suo ambiente per facilitare la condivisione di immagini e video ma anche per agevolare il processo di ricostruzione collettiva della città.

Ad ogni luogo selezionato è possibile, infatti, aggiungere un adescrizione, più immagini e una testimonianza del valore soggettivo che tale luogo ha per noi.

Nel sito è, inoltre, disponibile una sezione chiamata “ispira il futuro” in cui è possibile partecipare alla ricostruzione virtuale della città. Non è necessario essere un architetto o uno sviluppatore ma anche un appassionato di tecnologia e modelli 3D può dare il proprio contributo alla ricostruzione in 3d attraverso strumenti di modellazione di facile utilizzo e scaricabili gratuitamente come “SKETCHUP” e “Modellatore edifici 3D”.
Sono a disposizione degli utenti video tutorial e immagini nel sito “Come facciamo“, tali risorse hanno l’obiettivo di supportare il processo di modellazione così come i corsi intensivi di formazione offerti dal team di Google che ha già provveduto ad organizzare incontri in presenza all’Aquila sull’uso di di Google SketchUp e Building Maker, il sito internet di Google che permette in modo semplice e intuitivo di creare edifici tridimensionali.

giugno 25, 2011 Posted by | comunità, progetti | , | Lascia un commento

AIF: 10° Giornata nazionale della formazione


Il 10 giugno 2011 a Bologna avrà luogo la 10° giornata nazionale della formazione sul tema: SOCIAL NETWORK TRAINING. Oggetto dell’incontro, promosso da AIF, è focalizzare l’attenzione su vantaggi, limiti, criticità e competenze nei processi di apprendimento attivati tramite i social media.

Come leggiamo nel sito ufficiale dedicato all’evento:

Con l’avvento di Internet e dei social network, con la loro diffusione e declinazione commerciale, anche la diffusione della conoscenza e lo sviluppo degli apprendimenti hanno visto il contrastante affermarsi di accelerazioni e contrazioni nonché di democratizzazioni e di speculazioni economiche.

Il fascino della globalità diffusiva e della velocità planetaria della rete è indiscutibile, così come la sua utilità in molti campi del vivere sociale, professionale e organizzativo. Ma l’ambito del confronto deve tenere in considerazione positività e negatività e oltrepassare la consolidata dimensione quantitativa per affrontare, in modo sempre più approfondito e consapevole, il livello qualitativo della conoscenza.

La velocità della rete, se da una parte produce indiscutibili effetti positivi, dall’altra comporta rischi impliciti come in qualsiasi sistema in cui la connettività aumenti drammaticamente, sia all’interno che all’esterno e le parti, se non l’intero sistema, non siano in grado di adeguarsi.

I social media e i processi di wikizzazione del reale hanno ridotto esponenzialmente, e in diversi casi annullato, la dimensione comunicativa, accelerando i processi intersoggettivi e diventando il principale strumento di trasmissione informativa e, pertanto, di comunicazione cognitiva.

Se da un lato la significativa e indubbia potenza di Internet e dei social network va considerata in modo equilibrato, evitando qualsiasi. 

Per ulteriori informazioni scaricare il programma mente per iscriversi è possibile trovare nel sito una scheda di adesione.

giugno 3, 2011 Posted by | convegni | , , | Lascia un commento