Tutor Online: formazione, ricerca e condivisione

Vizualize.me: strumento del web 2.0 per costruire un eportfolio


Vizualize.me consente di trasformare dati testuali in dati visivi. E’ uno strumento del web 2.0 in grado di comunicare con social network molto popolari.
Gli utenti in possesso di un account Linkedin possono infatti esportare i loro dati all’interno della piattaforma Vizualize.me creando una serie di grafici e timeline utili per l’eportfolio.
Maggiori informazioni nel sito ufficiale http://vizualize.me/ e nel seguente video.

Annunci

settembre 22, 2014 Posted by | applicazioni, Tool, video | , , | Lascia un commento

Symbaloo Edu: condivisione di risorse on line


Symbaloo Edu è una piattaforma che consente di organizzare e condividere risorse on line.

Sono disponibili tre versioni:

  1. account gratuito (per uso individuale);
  2. account insegnante (35 $ all’anno);
  3. account scuola/distretto scolastico (a partire da 10 $ al mese).

Nel seguente video (realizzato con Prezi) si nota che Symbaloo Edu sfrutta i social network più diffusi ed è compatibile con dispositivi fissi e mobili.

giugno 3, 2014 Posted by | strumenti didattici, video | | Lascia un commento

PowToon: alternativa a Prezi


Con PowToon, strumento del web 2.0, è possibile realizzare presentazioni e video animati.

Maggiori informazioni nel sito ufficiale http://www.powtoon.com/ e nel seguente video:

aprile 4, 2014 Posted by | strumenti didattici, video | | Lascia un commento

Sie-L: workshops su Web e dinamiche didattiche


Siel_Workshops
Fare riferimento al sito web della Sie-L per maggiori info.

Scarica la Locandina.

gennaio 23, 2013 Posted by | workshop | , , , | Lascia un commento

workshop gratuiti : learning 2.0 all’expo training 2012


Amicucci formazione, società nata nel 2000 e specializzata nello sviluppo di soluzioni multimediali per la formazione, parteciperà all’evento Expo Training 2012 con 6 workshop a cui è possibile iscriversi attraverso l’apposito modulo di adesione.

 Il programma degli incontri, che avranno luogo a Milano il 25 e il 26 ottobre, può essere visionato nella seguente locandina.

ottobre 22, 2012 Posted by | workshop | , , , | Lascia un commento

Cl@ssi 2.0 al “Gramsci” di Sestu (Cagliari)


Il seguente video documenta l’esperienza “Cl@ssi 2.0” vissuta da una classe del “Gramsci” di Sestu (Cagliari) durante i tre anni della Scuola Media.

In classe la Prof.ssa Anna Rita Vizzari ha utilizzato:

  1. numerosi strumenti del web 2.0 (ad es. Prezi) per realizzare presentazioni, mappe concettuali, video
  2. software open source (ad es. Open Office)
  3. software che introduce al mondo della programmazione (ambiente Scratch)
  4. strumenti cloud (Google Documenti)

luglio 2, 2012 Posted by | modelli didattici, strategie didattiche, strumenti didattici, studio di caso, video | , | 2 commenti

“Il galateo della rete”


Frequentando il corso di formazione a distanza “Tutor on line” ho avuto l’opportunità di riflettere sull’aspetto della Netiquette, aspetto che spesso si dà per scontato o addirittura si sottovaluta… Probabilmente non essendoci contatto fisico con gli altri utenti del web, né confini spazio-temporali, si pensa che internet sia un mondo “privo di regole”, dove tutto è permesso perché “nessuno vede o sente”: ecco che  vengono a mancare quel buon senso e quella buona educazione che sono essenziali anche negli ambienti virtuali e nelle relazioni in rete.

A tal proposito ho trovato una risorsa piuttosto interessante che consiglio di leggere, il cui link è :

http://www.bio.unipd.it/local/internet_docs/netiq.html

Qui dapprima si dà una definizione generale della Netiquette  ( da  Net – rete – e Etiquette – Etichetta o Galateo – ) come di un insieme di semplici regole per il rispetto delle risorse del web e degli altri utenti dello stesso, di seguito si specificano i corretti comportamenti da seguire nell’uso di alcuni specifici strumenti on line, quali:

– posta elettronica

– gruppi di discussione

– trasferimento di dati e documenti

– “World Wide Web”.

E’ importante che tutti conoscano e osservino tali norme: il tutor, lo studente e tutti coloro che  utilizzano la rete, anche se per fini diversi dalla formazione.

maggio 8, 2012 Posted by | comunicazione, comunità, riflessioni | , , , , | Lascia un commento

Il futuro è nella crossmedialità?


Il percorso formativo svolto nel  Corso Tutor on line dell’Università di Macerata, seppure breve ma intensivo, mi ha orientato a condividere le mille risorse del web con più consapevolezza e meno pregiudizi, diffidenza  e timori. Le attività di collaborazione e di ricerca hanno stimolato a leggere e aggiornarmi sulle nuove modalità di comunicazione online. Diverse risorse sono state utilizzate e tante altre sono da sperimentare, ed il futuro  è proprio nella sperimentazione di metodologie, tecniche digitali, media sempre più avanzati  in ogni settore della società (nell’area della formazione, marketing, editoria ecc..) al fine di rendere fruibili su più piattaforme lo stesso prodotto.

L’articolo “Prove tecniche di crossmedialità” (Vittorio Canavese, 2012) spiega come ha condotto una sperimentazione per “dimostrare la possibilità di sviluppare rapidamente risorse formative in rete facendo ricorso a tecnologie facilmente accessibili e di costo contenuto” . Il laboratorio creato da un gruppo di formatori è stato intitolato “ Prove tecniche di crossmedialità”, hannoa utilizzato software per le mappe mentali come Xmind, particolarmente flessibile e in grado di essere esportato in vari formati come flash,  MindMeister che offre funzionalità direttamente in rete , l’uso di You Tube per l’accesso ai video.

In breve mi sono chiesta cos’è la Crossmedialità ?  Secondo Alberto Bianchet – Crossmedia manager “ è un modo di coordinare strumenti, strategie e metodi di comunicazione al fine di progettare e produrre contenuti e messaggi da subito adatti a diversi e distinti mezzi e supporti di comunicazione (non necessariamente digitali)“.

La crossmedialità è la caratteristica di un prodotto di veicolare i propri contenuti tramite diversi media, da quelli tradizionali (teatro, cinema, televisione) a quelli di ultima generazione ( tv interattiva, siti internet, social network) utilizzando quindi device diversi. “(Isabel de Maurissens e Silvia Panzarotta, 2011 “Crossmedialità e apprendimento”)

A conclusione,  il significato di crossmedialità esposto in formato video dal titolo  Cos’è la crossmedialità ? di Edoardo Fleischner, docente di Nuovi media e comunicazione alla Statale di Milano, spiega come la crossmedialità consente con più formati di età diverse, tecnologie, prodotti /servizi di collegarsi tra loro e interscambiarsi come la Televisione, Internet e Twitter.

Sitografia:

http://www.aifonline.it/archivioLearningNews/articoli/2012_n03_07_Multilabpsecondaparte.pdf

http://crossmediale.blogspot.it/search/label/cross%20media

http://www.treccani.it/webtv/videos/Int_Edoardo_Fleischner_crossmedialita.html

http://www.screenweavermedia.com.au/crossmedia.html (Crossmedia Digital Marketing “The age of endless possibilities”)

Immagine tratta da: http://www.indire.it/content/index.php?action=read&id=1700 )

aprile 16, 2012 Posted by | presentazione | , , , | Lascia un commento

E-portfolio con Prezi


Prezi è uno strumento del web 2.0 progettato per realizzare zooming presentation.

Può essere usato ad esempio per presentare on line un e-portfolio, infatti l’editor consente l’inserimento di documenti, immagini, video e link.

Il seguente video introduce Prezi con una Prezi zooming presentation!

aprile 11, 2012 Posted by | Tool, video | , | 5 commenti

Scrittura digitale: giornata di studio



Il 25 maggio 2012 a Roma presso il Dipartimento Psicologia dei Processi di Sviluppo e Socializzazione dell’Università di Roma “La Sapienza”, si terrà una giornata di studio sulla “scrittura digitale”. L’evento è organizzato in collaborazione con il Collaborative Knowledge Building Group.

Il tema della giornata si focalizza sulle caratteristiche del processo di scrittura in relazione ai mutamenti causati dalla digitalizzazione e dalle nuove dinamiche di socializzazione avviate con il web 2.0:

Nel nostro contesto culturale, caratterizzato dagli strumenti del cosiddetto Web 2.0, la  scrittura sta subendo una progressiva trasformazione. La scrittura, potente strumento  di organizzazione del pensiero, è stata spesso considerata ad authorship prevalentemente individuale: il singolo autore genera un prodotto – il testo -utilizzando prevalentemente il codice verbale, destinato ad assumere una natura stabile e orientato alla memorizzazione di informazioni, alla comunicazione di idee, alla trasmissione di conoscenze.

Ulteriori informazioni sul programma e sulla call per la presentazione di poster sono disponibili nel sito dedicato all’evento: http://www.ckbg.org/scritturadigitale/.

Ricordiamo che la deadline per l’invio delle proposte è il 15 aprile 2012.

Scarica la locandina.

marzo 16, 2012 Posted by | convegni | , , , | Lascia un commento